Finanza agevolata – Simest

Finanza agevolata - Simest

Tutti gli strumenti di credito agevolato previsti da Simest s.p.a. per le aziende esportatrici sono confermati ed operativi, proprio per sostenere i progetti delle aziende.

 

Operative le novità introdotte dal Decreto Rilancio sulle linee di Simest S.p.a.

Nessuna garanzia e contributi a fondo perduto per le richieste avanzate a Simest s.p.a. entro il 31.12.2020.

La novità – introdotta dal cosiddetto Decreto Rilancio – rappresenta un’importante deroga alla vigente normativa, che disciplina il Fondo 394 gestito da Simest per conto del MAECI.

Vi supportiamo per accedere a linee di credito a tasso agevolato che prevedono ora anche un contributo a fondo perduto fino al 40% con un massimo di 100.000 euro. Si tratta di credito concesso per favorire i processi di internazionalizzazione delle imprese e coprire le spese connesse a:

Neafidi fornice ai propri Soci tutto il supporto necessario per l’accesso a questi strumenti, gestendo, per alcune linee, l’iter dalla prefattibilità fino all’erogazione del finanziamento e del contributo previsti.

Particolare attenzione va posta al “de minimis”, dal momento che l’esenzione dalle garanzie potrà in alcuni casi comportare un aumento del beneficio in termini di de minimis, opportunamente comunicato all’impresa da Simest.

Sospensione dei termini di rimborso per i finanziamenti

E’ prevista, in base a quanto previsto all’art. 58 del decreto “Cura Italia”, la sospensione dei termini di rimborso per i finanziamenti agevolati di cui al fondo 394/81.

Infatti, può essere disposta una sospensione fino a dodici mesi del pagamento della quota capitale e degli interessi delle rate in scadenza nel corso dell’anno 2020 e non ancora versate, con conseguente traslazione del  piano di ammortamento per un periodo corrispondente.

Nessuna garanzia e possibile contributo a fondo perduto per le linee agevolate di Simest Spa

Simest ha deliberato l’introduzione di un’importante novità nella concessione dei finanziamenti agevolati alle imprese, valida per tutto il 2020.

Non dovranno più essere prestate garanzie per l’ottenimento dei finanziamenti erogati dalla stessa. La novità – introdotta dal cosiddetto Decreto Rilancio – rappresenta un’importante deroga alla vigente normativa, che disciplina il Fondo 394 gestito da Simest per conto del MAECI.

Per saperne di più - contattaci